Il progetto nasce dalla proposta di una pista ciclabile sul Ponte della Ghisolfa. In virtù del budget disponibile tuttavia è stato necessario ridefinire il progetto. Gli interventi hanno l’obiettivo di garantire la moderazione del transito e la messa in sicurezza di ciclisti e pedoni

Il progetto si è classificato secondo nel Municipio 8 e sarà realizzato nei limiti del budget aggiudicato di 250000 Euro.

MOBILITÀ E LAVORI PUBBLICI
- rampa ciclo-pedonale in via Castello
- moderazione del traffico veicolare con segnaletica orizzonatale e verticale sul ponte
- valutare soluzioni per un percorso ciclo-pedonale

Voti finali
1030
Budget previsto
500.000€
Budget aggiudicato
250.000€
Tipologia
Strade e mobilità
Area di competenza
Mobilità
Supporti prima fase
298
Classifica generale
18
Bonus
"Milano Accessibile"
28-09-2021

Le verifiche tecniche hanno fatto emergere difficoltà realizzative connesse alla linea di percorrenza dei filobus che, essendo sul lato destro della carreggiata, rendono complicata la presenza della ciclabile. Per realizzare la ciclabile si renderebbe necessario spostare la linea aerea dei fili e, con il budget a disposizione, ciò risulta complesso.

Da qui la necessità di “sospendere” (o meglio dire “stralciare”) l’intervento a meno che non si trovino ulteriori risorse.

24-11-2020

I tecnici del Comune, in un incontro in remoto, hanno illustrato i disegni del progetto del Bilancio Partecipativo per la ciclabile sul Ponte della Ghisolfa. Hanno partecipato all'incontro le proponenti insieme alla Presidente di Fiab-Ciclobby, Guia Biscaro, il Presidente del Municipio 8, Zambelli l’assessore municipale, Romano e agli assessori del Comune, Granelli e Lipparini.

Il progetto del Bilancio Partecipativo si inserisce nel più ampio disegno strategico della mobilità ciclabile, Strade Aperte, che include anche i quartieri connessi dal ponte, da Maciachini a Stuparich. Il disegno complessivo comprende quindi la viabilità ciclabile lungo il Ponte (il cui nome ufficiale è Cavalcavia Bacula). Le soluzioni proposte dal Comune per delineare i percosri ciclabili, sia in segnaletica sia su tracciato, sono coerenti con le recenti semplificazioni normative apportate al Codice della Strada.

Per quanto riguarda i tempi, la fase di gara del progetto è stata conclusa e si è ora in fase di definizione dell'esecutivo, cui seguirà l’iter amministrativo per la stipula dei contratti applicativi e la conseguente apertura del cantiere che, per la natura tecnica degli interventi, non potrà avvenire durante i mesi invernali. L’inizio dei lavori è previsto nella primavera 2021.

22-11-2019

La Giunta comunale del 22 novembre 2019 ha approvato il finanziamento di tre milioni di Euro per un accordo quadro finalizzato alla realizzazione delle opere relative alla mobilità interessate dai progetti del Bilancio Partecipativo.
In particolare, l’accordo quadro consentirà di procedere alla gara di appalto per l’esecuzione dei lavori dei progetti Riqualificazione piazza Santo Stefano,
Via Padova - Appunti di rigenerazione urbana,
Agorà Gobetti, Ricolleghiamo Via Gola,
Viabilità ciclo-pedonale da Monumentale a Isola, Viabilità ciclo-pedonale sul ponte della Ghisolfa.

La delibera può essere consultata nell’area LE FASI DEL PROGETTO, fase Finanziamento + Approvazione.

22-05-2019

Si è svolto oggi negli uffici dell'Assessorato alla mobilità e ambiente, un nuovo aggiornamento per il progetto per la ciclo-pedonale sul Ponte della Ghisolfa, presenti ingegneri dell'area mobilità, assessori Granelli e Lipparini, presidente del Municipio 9 Lardieri, assessore Todaro, e comitato proponente, accompagnato dalla presidente di FIAB Ciclobby Biscaro. Evidenziate le criticità di intervento in una zona molto trafficata e nevralgica per la viabilità cittadina, si è concordato di effettuare entro l'estate un sopralluogo per rilievi metrici, in modo da valutare, sulla base della metratura di carreggiata disponibile, quale ipotesi progettuale prediligere.

16-01-2019

Il progetto Viabilità ciclo-pedonale sul Ponte della Ghisolfa è inserito nel Piano Triennale delle Opere Pubbliche 2019-21 approvato dalla gIunta comunale l’11 gennaio 2019. Nelle FASI DEL PROGETTO, fase PTOP, è disponibile un estratto. I progetti del Bilancio Partecipativo sono raggruppati in capitoli progettuali cumulativi. Per individuarli fare una ricerca con le parole “Bilancio partecipativo”.

05-10-2018

Viabilità ciclo-pedonale sul Ponte della Ghisolfa: in un incontro con i tecnici della mobilità del Comune, il 4 Ottobre 2018, le proponenti del progetto ciclo-pedonale sul Ponte della Ghisolfa, accompagnate da un'esponente di Ciclobby, hanno illustrato una serie di proposte tecniche che si propongono di ridurre i rischi per la sicurezza dei ciclisti. Le soluzioni indicate sono compatibili con il budget di 250 mila Euro aggiudicato al progetto, secondo classificato nel Municipio 8.

Una delle proposte riguarda il tratto del ponte dove la carreggiata è priva di strisce stradali che delimitino le corsie. Si propone quindi di ordinare il traffico, disegnando il tracciato delle corsie, e mettere a riparo le bici in una corsia riservata.

I tecnici hanno condiviso l'opportunità di valutare la fattibilità tecnico-normativa della proposta, ed ipotizzare un progetto compatibile con i vincoli di conformità al codice della strada.

Un altro punto di intervento individuato dalle proponenti riguarda una barriera architettonica in prossimità di un’area che comprende scuole e università: l’unica via di accesso (e discesa dal) al ponte dall’area sottostante è una scala. La proposta è di creare una rampa accessibile ai mezzi su ruota: bici, trolley, carrozzine, passeggini.

Le proponenti, concordi con l’esponente di Ciclobby, hanno infine caldeggiato una ricognizione generale della segnaletica attuale negli accessi e lungo il Ponte della Ghisolfa, ed auspicato interventi “innovativi” ispirati alle buone pratiche europee.

Nelle prossime settimane, i tecnici approfondiranno le proposte illustrate all’incontro e formuleranno una prima valutazione sulle opzioni compatibili.

Progetto Esecutivo + Contratto
Il Progetto Esecutivo, redatto in conformità al progetto definitivo, determina in ogni dettaglio i lavori da realizzare, il relativo costo previsto, il cronoprogramma coerente con quello del progetto definitivo, e deve essere sviluppato ad un livello di definizione tale che ogni elemento sia identificato in forma, tipologia, qualità, dimensione e prezzo. Il Progetto Esecutivo deve essere, inoltre, corredato da apposito piano di manutenzione dell'opera e delle sue parti in relazione al ciclo di vita.
La stesura del documento può avvenire, secondo la tipologia di appalto prescelta, in fase antecedente al bando di gara (nel caso ingloba e sostituisce il progetto definitivo), o posteriore all’aggiudicazione del contratto. In questo caso è redatto dall’operatore aggiudicatario.
La gara d’appalto si conclude con l’aggiudicazione del contratto all’azienda che ha presentato l’offerta che risulta prima in graduatoria di punteggio secondo i criteri previsti nel bando, l’offerta migliore.
Gara d'appalto
Gli organi amministrativi del Comune provvedono a bandire la gara d’appalto per selezionare l’operatore privato che realizzerà l’opera. Il Bando di Gara è l’atto con cui l’amministrazione manifesta l’intenzione di aggiudicare ad operatori privati un contratto d’appalto per la fornitura di beni, servizi, o la realizzazione di lavori pubblici, e contiene le modalità di svolgimento della gara . È corredato dal Capitolato Speciale d’Appalto, che contiene tutte le condizioni necessarie a regolare il contratto, nel caso di lavori sulla base del Progetto Definitivo. La normale procedura di svolgimento di un appalto pubblico può richiedere, salvo imprevisti, fino a un anno.
Finanziamento + Approvazione
Il Progetto Definitivo deve essere approvato dalla Giunta Comunale che contestualmente approva anche il finanziamento dell’opera. Viene quindi, con determina dirigenziale, indetto un Bando di Gara e la spesa viene iscritta a bilancio.

Delibera di Giunta accordo quadro mobilità_221119.pdf

Progetto Definitivo
Ogni PFTE che entra a far parte del PTOP deve, per essere realizzato, essere tradotto in un Progetto Definitivo: questo individua i lavori da realizzare nella pratica, nel rispetto delle esigenze, dei criteri, dei vincoli stabiliti dall’amministrazione appaltante e dal PFTE; il Progetto Definitivo contiene inoltre tutti gli elementi necessari ai fini del rilascio delle necessarie autorizzazioni e approvazioni, nonché il Computo Metrico Estimativo, ovvero il calcolo del costo complessivo dell’opera a partire dalla valutazione specifica di ogni singola voce di costo: materie prime, strumenti, manodopera, spese per la sicurezza, utili per le imprese che realizzano il lavoro.
PTOP
Il Programma Triennale delle Opere Pubbliche costituisce l’elenco, redatto in ordine di priorità, indicante le opere (di importo previsto superiore a 100.000 euro) che l’amministrazione intende realizzare nei tre anni successivi all’approvazione. L’elenco viene poi aggiornato annualmente. Il PTOP deve essere approvato assieme al bilancio preventivo dell’ente, di cui costituisce parte integrante, e deve contenere l'indicazione dei fondi stanziati per attuare i progetti elencati.

Approvato dalla Giunta comunale il Piano Triennale delle Opere Pubbliche 2019-21

ESTRATTO MIT 28.12.2018.pdf

PFTE
La progettazione delle opere pubbliche è suddivisa in 3 livelli. In base al nuovo codice degli appalti e delle concessioni il primo livello è costituito dal Progetto di Fattibilità Tecnica ed Economica (PFTE), che individua, tra più soluzioni, quella che presenta il miglior rapporto tra costi e benefici per la collettività, in relazione alle specifiche esigenze da soddisfare e prestazioni da fornire. Ogni proposta vincitrice del Bilancio Partecipativo deve essere accolta in un PFTE che verrà inserito nel Programma Triennale delle Opere Pubbliche (PTOP).
Post voto
Dopo il voto inizia per i progetti vincitori un lavoro di approfondimento che, con il contributo dei proponenti e delle varie aree tecniche comunali coinvolte, porteranno alla stesura del Progetto di Fattibilità Tecnica ed Economica (PFTE), primo passaggio dell’iter di realizzazione dell’opera.
avatar Emanuele Rossello 3 anni fa
avatar Bilancio Partecipativo 3 anni fa