Istituto Comprensivo Cavalieri, quartiere San Vittore: Innovazione tecnica e riqualificazione degli ambienti scolastici. Interventi per la correzione acustica e l'abbattimento delle barriere architettoniche e sensoriali. Il progetto si propone come modello pilota replicabile

Il progetto si compone dei seguenti interventi:

Interventi per la correzione acustica degli ambienti scolastici e abbattimento delle barriere architettoniche per ipoudenti e ipovedenti. Nel 2015, quando si svolge il Bilancio Partecipativo, è già stata realizzata un'aula campione con fondi privati, a cui il progetto intende dar seguito.

Stato: completato

Voti finali
1979
Budget aggiudicato
300.000€
Tipologia
Scuola
15-04-2017

Istituto Cavalieri: Tutti i lavori sono stati conclusi, in anticipo rispetto a quanto previsto.

15-03-2017

Istituto Cavalieri: Ad oggi, sono stati rimossi i vecchi controsoffitti in tutte le aule e installati nuovi controsoffitti acustici. Sia in orizzontale a soffitto sia in verticale a parete. Completate le tinteggiature. Manca solo l'insonorizzazione della palestra. La fine dell'intervento è prevista a fine mese.

15-11-2016

Istituto Cavalieri: A inizio dicembre inizieranno i lavori. L'importo previsto potrebbe subire lievi aumenti di spesa per richieste aggiuntive del dirigente scolastico.

15-01-2016

Istituto Cavalieri: Nel 2015, quando si svolge il Bilancio Partecipativo, è già stata realizzata un'aula campione con fondi privati, a cui il progetto intende dar seguito. L'intervento su tutta la scuola verrà realizzato attraverso l'appalto Manutenzione Straordinaria di Zona 1, fino ad esaurimento del budget per un importo lavori di 300.000,00 €, comprensivo di IVA e somme a disposizione.

Concluso
Concluso

Foto degli ambienti dopo lavori di insonorizzazione

Relazione Acustica Progetto Istituto Cavalieri.pdf

Cantiere
Una volta stipulato il contratto viene consegnato il cantiere all’azienda aggiudicataria che, sulla base del progetto esecutivo, porta a completamento l’opera prevista.
Progetto Esecutivo + Contratto
Il Progetto Esecutivo, redatto in conformità al progetto definitivo, determina in ogni dettaglio i lavori da realizzare, il relativo costo previsto, il cronoprogramma coerente con quello del progetto definitivo, e deve essere sviluppato ad un livello di definizione tale che ogni elemento sia identificato in forma, tipologia, qualità, dimensione e prezzo. Il Progetto Esecutivo deve essere, inoltre, corredato da apposito piano di manutenzione dell'opera e delle sue parti in relazione al ciclo di vita.
La stesura del documento può avvenire, secondo la tipologia di appalto prescelta, in fase antecedente al bando di gara (nel caso ingloba e sostituisce il progetto definitivo), o posteriore all’aggiudicazione del contratto. In questo caso è redatto dall’operatore aggiudicatario.
La gara d’appalto si conclude con l’aggiudicazione del contratto all’azienda che ha presentato l’offerta che risulta prima in graduatoria di punteggio secondo i criteri previsti nel bando, l’offerta migliore.
Gara d'appalto
Gli organi amministrativi del Comune provvedono a bandire la gara d’appalto per selezionare l’operatore privato che realizzerà l’opera. Il Bando di Gara è l’atto con cui l’amministrazione manifesta l’intenzione di aggiudicare ad operatori privati un contratto d’appalto per la fornitura di beni, servizi, o la realizzazione di lavori pubblici, e contiene le modalità di svolgimento della gara . È corredato dal Capitolato Speciale d’Appalto, che contiene tutte le condizioni necessarie a regolare il contratto, nel caso di lavori sulla base del Progetto Definitivo. La normale procedura di svolgimento di un appalto pubblico può richiedere, salvo imprevisti, fino a un anno.
Finanziamento + Approvazione
Il Progetto Definitivo deve essere approvato dalla Giunta Comunale che contestualmente approva anche il finanziamento dell’opera. Viene quindi, con determina dirigenziale, indetto un Bando di Gara e la spesa viene iscritta a bilancio.
Progetto Definitivo
Ogni PFTE che entra a far parte del PTOP deve, per essere realizzato, essere tradotto in un Progetto Definitivo: questo individua i lavori da realizzare nella pratica, nel rispetto delle esigenze, dei criteri, dei vincoli stabiliti dall’amministrazione appaltante e dal PFTE; il Progetto Definitivo contiene inoltre tutti gli elementi necessari ai fini del rilascio delle necessarie autorizzazioni e approvazioni, nonché il Computo Metrico Estimativo, ovvero il calcolo del costo complessivo dell’opera a partire dalla valutazione specifica di ogni singola voce di costo: materie prime, strumenti, manodopera, spese per la sicurezza, utili per le imprese che realizzano il lavoro.
PTOP
Il Programma Triennale delle Opere Pubbliche costituisce l’elenco, redatto in ordine di priorità, indicante le opere (di importo previsto superiore a 100.000 euro) che l’amministrazione intende realizzare nei tre anni successivi all’approvazione. L’elenco viene poi aggiornato annualmente. Il PTOP deve essere approvato assieme al bilancio preventivo dell’ente, di cui costituisce parte integrante, e deve contenere l'indicazione dei fondi stanziati per attuare i progetti elencati.
PFTE
La progettazione delle opere pubbliche è suddivisa in 3 livelli. In base al nuovo codice degli appalti e delle concessioni il primo livello è costituito dal Progetto di Fattibilità Tecnica ed Economica (PFTE), che individua, tra più soluzioni, quella che presenta il miglior rapporto tra costi e benefici per la collettività, in relazione alle specifiche esigenze da soddisfare e prestazioni da fornire. Ogni proposta vincitrice del Bilancio Partecipativo deve essere accolta in un PFTE che verrà inserito nel Programma Triennale delle Opere Pubbliche (PTOP).
Post voto
Dopo il voto inizia per i progetti vincitori un lavoro di approfondimento che, con il contributo dei proponenti e delle varie aree tecniche comunali coinvolte, porteranno alla stesura del Progetto di Fattibilità Tecnica ed Economica (PFTE), primo passaggio dell’iter di realizzazione dell’opera.
Nessun commento inserito... per ora