Il progetto si propone di riqualificare piazza S. Stefano, luogo storico di Milano dove approdava il marmo utilizzato per costruire il Duomo

Il progetto si è classificato secondo nel Municipio 1 e sarà realizzato nei limiti del budget aggiudicato di 250000 Euro.

ARREDO URBANO
- Fontana in marmo
VERDE
- Riqualificazione aiuole e piantumazione della piazza
MOBILITÀ
- rimozione delle aree di sosta per veicoli

Voti finali
686
Budget previsto
500.000€
Budget aggiudicato
250.000€
Tipologia
Rigenerazione e decoro urbano
Area di competenza
Mobilità - Arredo urbano
Supporti prima fase
62
Classifica generale
36
26-11-2020

Si è svolto un incontro in remoto con i tecnici del Comune che hanno curato lo sviluppo del progetto di riqualificazione di Piazza Santo Stefano. Hanno partecipato, insieme ai proponenti, gli assessori Granelli e Lipparini, il Presidente del Municipio 1, Arrigoni, e l’assessore municipale Abdu.
Il progetto artistico-architettonico proposto originariamente con il Bilancio Partecipativo è stato oggetto di uno studio approfondito da parte dei progettisti del Comune, in collaborazione con la Soprintendenza, che ha portato a un disegno diverso rispetto alla proposta iniziale. Il nuovo disegno complessivo restituisce alla piazza la conformazione storica che le ricerche archivistiche hanno consentito di ricostruire. Il ridisegno della piazza si inserisce inoltre nella più ampia riqualificazione delle aree prossime di Largo Augisto e del Verziere, conferendo coerenza estetica e funzionale all'insieme.

Nel nuovo disegno di Santo Stefano, assume centralità lo spazio verde centrale, che arricchisce la piazza e ne favorisce la fruibilità, incoraggiata dal nuovo assetto a mobilità dolce, i tracciati pedonali protetti, il percorso monumentale e l'oasi verde arredata di sedute.
La selezione delle specie arboree e l’architettura dell’area verde sono attualmente in corso di definizione, mentre si è discusso tra tecnici, Municipio e proponenti dei materiali in pietra che rivestiranno marciapiedi e percorsi a ciclo-pedonali, riservandosi di maturare una valutazione più approfondita. Per la parte relativa alla mobilità, si conferma l’allargamento dei marciapiedi e la riduzione dei parcheggi, disegnati in linea e non più a spina di pesce.
Il tecnici del Comune procederanno nelle prossime settimane a completare il progetto, che invieranno al Municipio per il relativo parere, condividendolo con i proponenti.

07-01-2020

Nuovo incontro di aggiornamento sul progetto di riqualificazione di Piazza Santo Stefano. Si è tenuto il 18 dicembre presso l’Assessorato alla Partecipazione, alla presenza dei proponenti, degli Assessori Granelli e Lipparini, del Presidente Arrigoni e dell’Assessore Abu del Municipio 1, dei funzionari tecnici delle aree Mobilità, Verde, Cultura.

Come concordato nella precedente riunione, lo scorso giugno, i tecnici dell’area Mobilità del Comune hanno svolto un sopralluogo presso la Veneranda Fabrica del Duomo, riscontrandone l’interesse per l’opportunità di valorizzare il patrimonio artistico dismesso, custodito presso il deposito.

Dato il pregio storico della piazza, il progetto del Bilancio Partecipativo – che fa capo alla Direzione Mobilità - è stato sottoposto anche agli esperti del settore Cultura del Comune, che hanno svolto una approfondita ricerca storica sulla conformazione urbanistica e funzionale che la Piazza ebbe nelle epoche passate, in modo da prospettare uno sviluppo del progetto coerente con l’obiettivo di valorizzazione storica. Da queste ricerche è emerso come, in luogo dell’attuale parcheggio, vi fosse un mini distretto di laboratori artigiani, dediti alla lavorazione del marmo. Se ne terrà conto nel disegnare il percorso “museale” con le opere della Fabbrica ipotizzato nel progetto dei proponenti.

Inoltre, grazie al coinvolgimento dell’area Verde, si è prospettata l’opportunità di disegnare una zona a verde più estesa di quanto originariamente prospettato, con un manto erboso e nuove alberature da installare nell’area centrale, in modo da creare una piccola oasi alberata che, insieme alla riduzione dello spazio per il traffico veicolare e all’allargamento dei marciapiedi, darà alla piazza un respiro nuovo, accogliente per i pedoni e i visitatori e in grado di valorizzare la prospettiva della chiesa.

Il progetto sarà sviluppato nei prossimi mesi in collaborazione tra le aree Mobilità, Verde e Cultura sulla base delle ipotesi discusse e accolte dai proponenti e dal Municipio. Si è concordato un aggiornamento non appena saranno disponibili i primi disegni e gli approfondimenti progettuali relativi anche ai costi.

22-11-2019

La Giunta comunale del 22 novembre 2019 ha approvato il finanziamento di tre milioni di Euro per un accordo quadro finalizzato alla realizzazione delle opere relative alla mobilità interessate dai progetti del Bilancio Partecipativo.
In particolare, l’accordo quadro consentirà di procedere alla gara di appalto per l’esecuzione dei lavori dei progetti Riqualificazione piazza Santo Stefano,
Via Padova - Appunti di rigenerazione urbana,
Agorà Gobetti, Ricolleghiamo Via Gola,
Viabilità ciclo-pedonale da Monumentale a Isola, Viabilità ciclo-pedonale sul ponte della Ghisolfa.

La delibera può essere consultata nell’area LE FASI DEL PROGETTO, fase Finanziamento + Approvazione.

25-06-2019

Nuovo incontro negli uffici dell’Assessorato alla Mobilità, lo scorso venerdì la proponente Marisa Bedoni coi suoi collaboratori, ha incontrato gli assessori Marco Granelli e Lorenzo Lipparini, il Presidente del Municipio 1 Fabio Arrigoni e i tecnici dell’area Mobilità. Si è condivisa una prima ipotesi sul nuovo disegno della piazza, che potrebbe prevedere un filare di alberi sul lato nord della piazza, un allargamento del marciapiede sul lato sud-ovest e uno spazio centrale da definire in base a una valutazione di costi e fattibilità tecnica di diverse opzioni progettuali. Sarà organizzato un incontro con la Veneranda fabbrica del Duomo di Milano per verificare l'interesse a contribuire al progetto con statue o elementi di arredo che possano musealizzare la piazza come nell'intenzione dei proponenti. A breve quindi, vi saranno aggiornamenti sullo sviluppo della progettazione.

16-01-2019

Il progetto Riqualificazione di Piazza Santo Stefano è inserito nel Piano Triennale delle Opere Pubbliche 2019-21 approvato dalla gIunta comunale l’11 gennaio 2019. Nelle FASI DEL PROGETTO, fase PTOP, è disponibile un estratto. I progetti del Bilancio Partecipativo sono raggruppati in capitoli progettuali cumulativi. Per individuarli fare una ricerca con le parole “Bilancio partecipativo”.

15-11-2018

Riqualificazione di Piazza Santo Stefano. I proponenti hanno incontrato mercoledì 14 novembre i tecnici del Comune per il primo confronto sullo sviluppo progettuale. All'incontro ha partecipato anche il Presidente del Municipio 1, Fabio Arrigoni.

I proponenti hanno esposto ai tecnici il proprio obiettivo: restituire la piazza alla sua memoria storica, facendone una vera e propria estensione del percorso museale del Duomo.

Si propone a questo fine l’installazione, nell’area centrale, di opere marmoree e urbanistiche storicamente coerenti con l’originaria funzione della piazza.

I proponenti hanno illustrato – ad esempio della propria idea - i disegni che l’architetto Fiorenzo Ramponi fece alla fine degli Anni 90 e che potrebbero tutt’ora fornire un’ispirazione progettuale.

Il progetto su Piazza Santo Stefano, secondo classificato nel Municipio 1, si è aggiudicato un budget di 250 mila Euro che comporta una riduzione degli interventi inizialmente proposti.

L’amministrazione procederà nei prossimi mesi agli approfondimenti, propedeudici a delineare una proposta progettuale congrua con il budget disponibile. La proposta sarà quindi sottopostai alla Sovrintendenza, responsabile della tutela monumentale e paesaggistica dell’antica piazza milanese.

Progetto Esecutivo + Contratto
Il Progetto Esecutivo, redatto in conformità al progetto definitivo, determina in ogni dettaglio i lavori da realizzare, il relativo costo previsto, il cronoprogramma coerente con quello del progetto definitivo, e deve essere sviluppato ad un livello di definizione tale che ogni elemento sia identificato in forma, tipologia, qualità, dimensione e prezzo. Il Progetto Esecutivo deve essere, inoltre, corredato da apposito piano di manutenzione dell'opera e delle sue parti in relazione al ciclo di vita.
La stesura del documento può avvenire, secondo la tipologia di appalto prescelta, in fase antecedente al bando di gara (nel caso ingloba e sostituisce il progetto definitivo), o posteriore all’aggiudicazione del contratto. In questo caso è redatto dall’operatore aggiudicatario.
La gara d’appalto si conclude con l’aggiudicazione del contratto all’azienda che ha presentato l’offerta che risulta prima in graduatoria di punteggio secondo i criteri previsti nel bando, l’offerta migliore.
Gara d'appalto
Gli organi amministrativi del Comune provvedono a bandire la gara d’appalto per selezionare l’operatore privato che realizzerà l’opera. Il Bando di Gara è l’atto con cui l’amministrazione manifesta l’intenzione di aggiudicare ad operatori privati un contratto d’appalto per la fornitura di beni, servizi, o la realizzazione di lavori pubblici, e contiene le modalità di svolgimento della gara . È corredato dal Capitolato Speciale d’Appalto, che contiene tutte le condizioni necessarie a regolare il contratto, nel caso di lavori sulla base del Progetto Definitivo. La normale procedura di svolgimento di un appalto pubblico può richiedere, salvo imprevisti, fino a un anno.
Finanziamento + Approvazione
Il Progetto Definitivo deve essere approvato dalla Giunta Comunale che contestualmente approva anche il finanziamento dell’opera. Viene quindi, con determina dirigenziale, indetto un Bando di Gara e la spesa viene iscritta a bilancio.

Delibera di Giunta accordo quadro mobilità_221119.pdf

Progetto Definitivo
Ogni PFTE che entra a far parte del PTOP deve, per essere realizzato, essere tradotto in un Progetto Definitivo: questo individua i lavori da realizzare nella pratica, nel rispetto delle esigenze, dei criteri, dei vincoli stabiliti dall’amministrazione appaltante e dal PFTE; il Progetto Definitivo contiene inoltre tutti gli elementi necessari ai fini del rilascio delle necessarie autorizzazioni e approvazioni, nonché il Computo Metrico Estimativo, ovvero il calcolo del costo complessivo dell’opera a partire dalla valutazione specifica di ogni singola voce di costo: materie prime, strumenti, manodopera, spese per la sicurezza, utili per le imprese che realizzano il lavoro.
PTOP
Il Programma Triennale delle Opere Pubbliche costituisce l’elenco, redatto in ordine di priorità, indicante le opere (di importo previsto superiore a 100.000 euro) che l’amministrazione intende realizzare nei tre anni successivi all’approvazione. L’elenco viene poi aggiornato annualmente. Il PTOP deve essere approvato assieme al bilancio preventivo dell’ente, di cui costituisce parte integrante, e deve contenere l'indicazione dei fondi stanziati per attuare i progetti elencati.
Approvato dalla Giunta comunale il Piano Triennale delle Opere Pubbliche 2019-21

Approvato dalla Giunta comunale il Piano Triennale delle Opere Pubbliche 2019-21

ESTRATTO MIT 28.12.2018.pdf

PFTE
La progettazione delle opere pubbliche è suddivisa in 3 livelli. In base al nuovo codice degli appalti e delle concessioni il primo livello è costituito dal Progetto di Fattibilità Tecnica ed Economica (PFTE), che individua, tra più soluzioni, quella che presenta il miglior rapporto tra costi e benefici per la collettività, in relazione alle specifiche esigenze da soddisfare e prestazioni da fornire. Ogni proposta vincitrice del Bilancio Partecipativo deve essere accolta in un PFTE che verrà inserito nel Programma Triennale delle Opere Pubbliche (PTOP).
Post voto
Dopo il voto inizia per i progetti vincitori un lavoro di approfondimento che, con il contributo dei proponenti e delle varie aree tecniche comunali coinvolte, porteranno alla stesura del Progetto di Fattibilità Tecnica ed Economica (PFTE), primo passaggio dell’iter di realizzazione dell’opera.

Riqualificazione di Piazza Santo Stefano. Incontro proponenti tecnici,14 novembre 2018

avatar marisa bedoni 1 anno fa
avatar Bilancio Partecipativo 1 anno fa
avatar Celimanno Evangelio 1 anno fa
avatar Bilancio Partecipativo 1 anno fa
avatar Celimanno Evangelio 1 anno fa
avatar Celimanno Evangelio 1 anno fa
avatar Bilancio Partecipativo 1 anno fa
avatar Celimanno Evangelio 1 mese fa
avatar Bilancio Partecipativo 1 mese fa
avatar Celimanno Evangelio 1 mese fa