Il progetto si propone di collegare il percorso ciclabile del Cimitero Monumentale con la stazione M5 Cenisio e l’incrocio via Farini-via Valtellina, per rendere più agevole raggiungere il quartiere Garibaldi-Isola
MOBILITÀ E LAVORI PUBBLICI
- tratto di pista ciclabile dalla stazione M5 di via Cenisio fino alla già esistente pista di via Nono, davanti al Cimitero
- tratto di pista ciclabile da via Luigi Nono, passando per il ponte Farini, fino all’incrocio via Farini-via Valtellina. Da valutare il nodo del ponte, lato di passaggio e soluzioni connesse
Voti finali
1077
Budget aggiudicato
250.000€
Tipologia
Strade e mobilità
Area di competenza
Mobilità
Supporti prima fase
135
Classifica generale
16
Bonus
"Milano Accessibile"
24-06-2019
Nuovo incontro di co-progettazione lo scorso venerdì negli uffici dell’Assessorato alla Mobilità: il proponente Marco Calderoni ha incontrato gli assessori Marco Granelli e Lorenzo Lipparini e i tecnici del settore Mobilità, per un confronto sullo stato d’avanzamento della progettazione. In particolare si è condivisa la scelta di far passare il percorso ciclo-pedonale lungo il cavalcavia Bussa, collegando quindi il Monumentale e Isola tramite via Quadrio e via Ceresio. Presso il Monumentale ci sarà inoltre la possibilità di connettersi al percorso già esistente, con l’ipotesi di farlo proseguire fino alla fermata della M5 Cenisio. Nel complesso si tratterà di una pista ciclabile in segnaletica, effettuando dove necessario, allargamenti della carreggiata e spostamenti dei posti auto. L’inizio dei lavori potrebbe avvenire già nell’inverno 2019/2020.
16-01-2019

Il progetto Viabilità ciclo-pedonale da Monumentale a Isola è inserito nel Piano Triennale delle Opere Pubbliche 2019-21 approvato dalla gIunta comunale l’11 gennaio 2019. Nelle FASI DEL PROGETTO, fase PTOP, è disponibile un estratto. I progetti del Bilancio Partecipativo sono raggruppati in capitoli progettuali cumulativi. Per individuarli fare una ricerca con le parole “Bilancio partecipativo”.

26-09-2018

Viabilità ciclo-pedonale da Monumentale a Isola: Il progetto primo classificato nel Municipio 8, ha l'obiettivo di favorire la mobilità dolce tra i due quartieri al di qua e al di là del Ponte Farini. O quanto meno ridurre gli ostacoli e i pericoli cui è attualmente è esposto il pedone o il ciclista lungo quell'asse.

L'obiettivo è condiviso dal Comune che in quel particolare nodo nevralgico della mobilità urbana, interessato da mezzi su rotaia e traffico veocolare, ha già all'attivo, allo studio e/o in corso di esecuzione una serie di interventi viabilistici favorevoli alla integrazione tra le vie ciclabili delle aree Monumentale/Porta Volta.

Il proponente, Marco Calderoni, insieme al Presidente del Municipio 8, Simone Zambelli, hanno incontrato lunedì 24 settembre i tecnici dell'area Mobilità per ragionare sul tracciato, valutandio le opportunità e gli ostacoli.

Il tracciato di connessione tra i due quartieri può essere sviluppato lungo due diverse direttrici: il Ponte Farini o il Cavalcavia Bussa. Il Ponte Farini è attualmente oggetto di uno studio di fattibilità per un progetto complessivo di riqualificazione, che potrebbe richiedere interventi strutturali profondi; gli interventi necessari ad una via ciclabile in sicurezza lungo il ponte comportano in ogni caso una complessiva revisione della mobilità, anche nei tratti sul lato Isola. Un'ipotesi meno complessa è la connessione lungo il Bussa, per il quale è già in discussione un progetto, elaborato negli anni passati attraverso un concorso di idee, che ne prevede la destinazione ciclo-pedonale.

Entrambe le ipotesi sono ora al vaglio dei tecnici che, entro dicembre, compiranno l’istruttoria e si raccorderanno con il proponente, Marco Calderoni, per condividerne i risultati e procedere alla definizione del tracciato migliore.

PTOP
Il Programma Triennale delle Opere Pubbliche costituisce l’elenco, redatto in ordine di priorità, indicante le opere (di importo previsto superiore a 100.000 euro) che l’amministrazione intende realizzare nei tre anni successivi all’approvazione. L’elenco viene poi aggiornato annualmente. Il PTOP deve essere approvato assieme al bilancio preventivo dell’ente, di cui costituisce parte integrante, e deve contenere l'indicazione dei fondi stanziati per attuare i progetti elencati.

Approvato dalla Giunta comunale il Piano Triennale delle Opere Pubbliche 2019-21

ESTRATTO MIT 28.12.2018.pdf

PFTE
La progettazione delle opere pubbliche è suddivisa in 3 livelli. In base al nuovo codice degli appalti e delle concessioni il primo livello è costituito dal Progetto di Fattibilità Tecnica ed Economica (PFTE), che individua, tra più soluzioni, quella che presenta il miglior rapporto tra costi e benefici per la collettività, in relazione alle specifiche esigenze da soddisfare e prestazioni da fornire. Ogni proposta vincitrice del Bilancio Partecipativo deve essere accolta in un PFTE che verrà inserito nel Programma Triennale delle Opere Pubbliche (PTOP).
Post voto
Dopo il voto inizia per i progetti vincitori un lavoro di approfondimento che, con il contributo dei proponenti e delle varie aree tecniche comunali coinvolte, porteranno alla stesura del Progetto di Fattibilità Tecnica ed Economica (PFTE), primo passaggio dell’iter di realizzazione dell’opera.

Foto dalla riunione del 26 Settembre 2018

Nessun commento inserito... per ora