Il progetto si propone di creare un “arco verde” sistemando le aree abbandonate dei quartieri Bruzzano, Comasina, Affori e Bovisasca e creando un grande spazio naturalistico all’interno del tessuto urbano

VERDE
Piantumazione e riqualificazione delle aree abbandonate nelle seguenti zone:
- Parco pop/ex pioppeto via Bovisasca
- Area tre torri via ceva/Bovisasca
- Giardini e area dismessa/via Novate
- Area Villa Litta Modignani/giardini di via Pedroni
- Area Cascina dei Prati
- Area parco Nord/Bruzzano a est della ferrovia
- Area Bruzzano/Comasina a sud di via Senigallia
- Area parco Nord/parco delle favole/Villa Litta Modignani lungo via Fermi, via Cavalletto, via don Grioli e a Ovest del Parco delle Favole

Voti finali
1222
Budget aggiudicato
500.000€
Tipologia
Ambiente e territorio
Area di competenza
Verde
Supporti prima fase
166
Classifica generale
12
Bonus
"Milano Accessibile"
07-06-2019

Si è tenuto ieri l’incontro di aggiornamento tra i tecnici dell’area verde del Comune, un rappresentante per l’ente Parco Nord e i proponenti del progetto Corridoio ecologico al Parco Nord, vincitore del Bilancio Partecipativo per il Municipio 9.  

Come già emerso in precedenza, l’idea progettuale del Bilancio Partecipativo si focalizza anche in aree che non sono nella disponibilità del Comune. Tra queste, una è sotto la responsabilità dell’ente Città metropolitana. Il Comune tuttavia non può intervenire in aree che non siano di sua competenza. Nonostante il valore ambientale oggettivo che l‘intervento promosso dai proponenti avrebbe su questo specifico punto, il Comune è impedito dal punto di vista amministrativo ad avviare la progettazione. I tecnici hanno quindi proposto uno sviluppo progettuale in parte diverso da quello originario, con interventi fattibili poiché in aree di competenza del Comune.

I proponenti hanno informato di essersi attivati con Città Metropolitana per verificare la disponibilità dell’ente ad avviare in tempi rapidi una formale proposta di cessione di quell’area al Comune. Se la cessione formale avvenisse nell’arco di poche settimane, il Comune potrebbe entrare nella disponibilità dell’area in tempo per inserire nel progetto complessivo del Corridoio ecologico anche gli interventi al momento accantonati. Se i tempi della cessione invece si allungassero, i proponenti concordano di procedere secondo lo sviluppo progettuale alternativo proposto dal Comune.

Tuttavia, perché il Comune possa acquisire l’area, dovrà ricevere da Città Metropolitana la certificazione della salubrità ambientale dell’area. Il Comune non può infatti acquisire aree inquinate non ancora bonificate.

Si è convenuto quindi di attendere l’effettiva proposta da parte di Città Metropolitana per la cessione dell’area, per procedere poi da parte del Comune alle necessarie verifiche.

Si è inoltre convenuto da parte dei tecnici del Comune e di Parco Nord di orientare lo sviluppo progettuale da realizzare nei prossimi mesi sulla base del puntuale lavoro di mappatura e schedatura del patrimonio ambientale del Parco realizzato dall’ente Parco Nord e che il Comune ha recepito, come linee guida per lo sviluppo ambientale dell’area. I primi aggiornamenti sono previsti nelle prossime settimane.

Entro fine luglio è previsto il passaggio in Giunta, per approvazione, del provvedimento che approva la procedura di accorpamento del progetto definitivo e del progetto esecutivo in un unico progetto. Se questa tabella di marcia non trova ostacoli, i tecnici prevedono di poter realizzare il progetto esecutivo, come concordato con i proponenti, entro il 31 dicembre 2019.

16-01-2019

Il progetto Corridoio ecologico al Parco Nord è inserito nel Piano Triennale delle Opere Pubbliche 2019-21 approvato dalla gIunta comunale l’11 gennaio 2019. Nelle FASI DEL PROGETTO, fase PTOP, è disponibile un estratto. I progetti del Bilancio Partecipativo sono raggruppati in capitoli progettuali cumulativi. Per individuarli fare una ricerca con le parole “Bilancio partecipativo”.

10-12-2018

Corridoio ecologico al Parco NordSono stati redatti i documenti di Fattibilità tecnico economica per i sei progetti vincitori del Bilancio Partecipativo 2017-18 curati dall'area Verde del Comune di Milano. Si tratta di documenti cumulativi, comprensivi anche di alcuni interventi della prima edizione del BP.

I documenti di FTE rappresentano il primo passo lungo l'iter delle opere pubbliche, preliminare all'inserimento dei progetti nel Piano Triennale delle Opere Pubbliche.

AGORA’ GOBETTI

I LOVE MARTINENGO

FATE LARGO - VERDE IN LARGO BALESTRA 

GRATOSOGLIO AREA VERDE 

CONNESSIONE VERDE TRA PARCO DELLE CAVE E PARCO DEI FONTANILI  

CORRIDOIO ECOLOGICO AL PARCO NORD 

I documenti sono online nella pagina di monitoraggio dei sei progetti, nel box LE FASI DEL PROGETTO (fase PFTE), ed includono gli interventi previsti dai progetti CondividiMi2 e Più verde in zona 1 proposti nel 2015 nella prima edizione del Bilancio Partecipativo del Comune di Milano.

I progetti di fattibilità tecnico economica sono stati approvati dalla Giunta Comunale il 6 dicembre 2018.

06-07-2018

Corridoio ecologico al Parco Nord: Il progetto comprende una serie di interventi puntuali. All’incontro - che si è svolto il 5 luglio, in Comune - con la proponente e una collaboratrice hanno partecipato i funzionari tecnici competenti dei diversi aspetti della progettazione. Sono stati valutati puntualmente gli interventi, uno dei quali - il Parco Pop - verrà in questa fase escluso dalla progettazione perché l’area interessata è al momento di proprietà di Città Metroplitana.

I proponenti hanno reso disponibili i materiali progettuali e i documenti di fattibilità elaborati per il progetto candidato al Bilancio Partecipativo.

L’area verde del Comune elaborerà il documento di Fattibilità Tecnico Economica in modo da recepire le specifiche progettuali individuate dai proponenti. L’FTE sarà redatto entro ottobre 2018.

PTOP
Il Programma Triennale delle Opere Pubbliche costituisce l’elenco, redatto in ordine di priorità, indicante le opere (di importo previsto superiore a 100.000 euro) che l’amministrazione intende realizzare nei tre anni successivi all’approvazione. L’elenco viene poi aggiornato annualmente. Il PTOP deve essere approvato assieme al bilancio preventivo dell’ente, di cui costituisce parte integrante, e deve contenere l'indicazione dei fondi stanziati per attuare i progetti elencati.

Approvato dalla Giunta comunale il Piano Triennale delle Opere Pubbliche 2019-21

ESTRATTO MIT 28.12.2018.pdf

PFTE
La progettazione delle opere pubbliche è suddivisa in 3 livelli. In base al nuovo codice degli appalti e delle concessioni il primo livello è costituito dal Progetto di Fattibilità Tecnica ed Economica (PFTE), che individua, tra più soluzioni, quella che presenta il miglior rapporto tra costi e benefici per la collettività, in relazione alle specifiche esigenze da soddisfare e prestazioni da fornire. Ogni proposta vincitrice del Bilancio Partecipativo deve essere accolta in un PFTE che verrà inserito nel Programma Triennale delle Opere Pubbliche (PTOP).
Questo FTE è un documento cumulativo, comprensivo dei progetti del Bilancio Partecipativo, edizione 2015-16 e 2017-18, curati dall'area verde per i diversi municipi.

FTE Corridoio ecologico al Parco Nord

FTE Corridoio ecologico al Parco Nord

DELIBERA GIUNTA 061218_FTE BILANCIO PARTECIPATIVO_Nuove opere e_o riqualificazione delle aree verdi .pdf

Post voto
Dopo il voto inizia per i progetti vincitori un lavoro di approfondimento che, con il contributo dei proponenti e delle varie aree tecniche comunali coinvolte, porteranno alla stesura del Progetto di Fattibilità Tecnica ed Economica (PFTE), primo passaggio dell’iter di realizzazione dell’opera.

Materiali dai proponenti_ Corridoio ecologico Parco Nord.pdf

avatar Federica Ciotti 10 mesi fa
avatar Bilancio Partecipativo 10 mesi fa
avatar Federica Ciotti 10 mesi fa
avatar Bilancio Partecipativo 9 mesi fa